skip to Main Content
+39 02 8321594 info@cimispa.it
Sei Un Investitore? Ti Lasciamo Alcune Regole Utili Da Seguire

sei un investitore? ti lasciamo alcune regole utili da seguire

  • News

Secondo una celebre similitudine diffusa in campo finanziario, investire è simile ad acquistare un bottiglia di vino. Esiste un segmento d’utenza che saprà esattamente cosa ricercare e dove scovare ciò che desidera, altri che rimangono affascinati dallo sfarzo di un’etichetta e preferiscono rivolgere i loro pensieri alla figura che farebbe su una tavola imbandita piuttosto che a concentrarsi sul gusto, altri ancora si lasciano guida dal parere di sedicenti esperti del settore. La verità è che così come esiste un’ampia varietà di vini ciascuno con le proprie peculiarità, allo stesso modo esistono migliaia di scelte tra fondi d’investimento, criptovalute, obbligazioni, opzioni varie e se non si conosce perfettamente ciò a cui si va incontro potrebbero sorgere anche delle problematiche di una certa importanza. Investire di per sé rappresenta un meccanismo d’azione relativamente facile ed è proprio questa apparente facilità a essere insidiosa per l’utente che può ingannarsi sopravvalutando le proprie capacità. Fortunatamente esistono delle regole di base e dei preziosi consigli che sarebbe opportuno seguire per evitare che le cose precipitino bruscamente.

Le 10 regole da seguire

Accortezza: Il guru della finanza Warren Buffett una volta a chi gli domandava quale fosse la regola principale per chiunque volesse addentrarsi nel mondo della finanza e potenzialmente cercare di replicare la sua fortuna, disse sola una cosa: “La prima regola è non perdere denaro. La seconda è non dimenticare la numero 1“. Messa così potrebbe quasi sembrare una boutade buttata lì da una vecchia volpe del settore, però riflettendoci bene davvero il punto focale di ogni investimento sta in quelle due semplici frasi. Preservare in ogni modo il tuo investimento e limitare il più possibile i rischi e le eventuali perdite devono diventare i tuoi comandamenti indipendentemente da quale sia il mercato su cui intendi investire. Regole che faresti bene a non dimenticare.

Sii in controtendenza: Affinché un investimento, qualunque sia il settore considerato, possa avere delle speranze di riuscita in un periodo di tempo medio-lungo è necessario prima di tutto che venga pensato ed elaborato in maniera tale da non essere il risultato di un sentimento popolare. Ciò di cui spesso difetta la maggior parte della popolazione è proprio quella visionaria follia che ti consente d’intravedere un obiettivo lì dove altri vedono un fallimento, o un guadagno dove alcuni vedono una perdita. Si tratta essenzialmente di trovare il coraggio di agire, di spiccare il volo senza che i vincoli della pura t’impediscano di spiegare le ali verso gli obiettivi desiderati.

Diffida di ciò che sembra troppo bello: Come in ogni cosa l’apparenza spesso inganna e sebbene l’illusione sia dolce di sua natura, rischiare di mettere a repentaglio le proprie finanze è certamente qualcosa che si dovrebbe evitare. In certi casi si sente parlare spesso di mentalità del gregge per indicare un pensiero comune catturato dal fascino di un prodotto attualmente in voga e per questo giudicato erroneamente affidabile. Non scambiare mai popolarità con affidabilità, anzi fin troppo frequentemente popolarità fa rima con volatilità e i massicci investimenti concentrati su un singolo prodotto potrebbero portarti alla rovina.

Diversifica: Il pragmatismo americano ha riassunto questo concetto in una frase molto esplicativa: “Non mettere tutte le uova nello stesso paniere“. Concentrare tutti i tuoi sforzi su un singolo prodotto, perlopiù col rischio di una repentina ricaduta di valore, è la cosa più sbagliata che potresti fare. Diversificare i tuoi investimenti ti permetterà invece di non dipendere mai esclusivamente da un unico settore e anche laddove sfortunatamente si registri la discesa di uno, potrai sempre contare su dei paracadute finanziari accessori.

Resta fedele a ciò che conosci: Come in molti altri aspetti della vita rivolgersi a un mercato o un prodotto che non si conosce appieno è un errore che rischi di pagare molto. La regola fondamentale è quella d’investire in settori di cui si conosce il più possibile, di cui grosso modo si conoscono gli aspetti positivi e quelli negativi e di cui puoi sommariamente prevedere l’andamento futuro. Se ti trovi nella situazione di voler investire ma ti accorgi di non conoscere in maniera soddisfacente alcun ramo, evita per il momento di compiere qualunque azione. Trascorri del tempo informandoti, leggendo e studiando ciò che ti sembra più consono alle tue capacità e solo dopo puoi provare a investire.

Investi in beni rifugio: I beni rifugio sono asset finanziari che mantengono pressoché inalterati i loro valori nel tempo. Perché dovresti investire su questi prodotti? Beh, poiché essenzialmente sono quelli che ti garantiscono la maggiore sicurezza anche in un periodo medio-lungo e risultano essere abbastanza protetti da concetti pericolosi per la stabilità delle tue finanze come volatilità e perdita di valore. Uno dei beni rifugio più rinomati è sicuramente l’oro. Qualora tu sia interessato a un lingotto d’oro, ad esempio, dovrai sicuramente rivolgerti come prima cosa a una società che può vantare un’indefessa professionalità acquisita negli anni e composta da un team di esperti in grado di guidarti ottimamente in ogni passo del tuo investimento.

Ricerca le opportunità: Come ci insegna il grande investitore Joel Greenblatt, spesso le occasioni di guadagno si nascondono proprio lì dove non si sarebbe mai pensato ci fossero. Esistono aziende virtuose che non salgono alla luce dei riflettori per svariate motivazioni, ad esempio possono essere eccessivamente piccole da sconsigliare a un professionista di valutare il loro acquisto o al contempo possono essere non così importanti e sufficiente espanse e radicate nel territorio da giustificare un’analisi dei costi accurati e una valutazione precisa del loro andamento finanziario e azionario. Devi saper cercare tra quelle realtà apparentemente nascosta mai idonee però a garantirti dei guadagni interessanti. E’ un qualcosa che solo tramite il tempo e l’esperienza sarai capace di maneggiare con abilità.

Investi a lungo termine: Se il tuo obiettivo è quello di guadagnare il più possibile e nel minore tempo possibile magari sfruttando il rialzo improvviso e momentaneo di determinati servizi o prodotti, il campo degli investimenti è qualcosa da cui dovresti stare lontano. La regola non scritta ma universalmente riconosciuta secondo cui maggiore è il potenziale guadagno, maggiori sono i rischi, è tuttora valida e se non sei ancora sufficientemente formato per muoverti agevolmente nel settore dovresti evitare di agire d’impulso. La cosa migliore da fare è quella di creare un business plan a medio-lungo termine da seguire scrupolosamente che sebbene da una parte possa forse privarti del brivido dell’azzardo e dell’investimento folle, dall’altra puoi essere sicuro che riceverai dei piccoli ma costanti incrementi nei tuoi guadagni e i tuoi risparmi saranno al sicuro. Ne vale sicuramente la pena, non credi?

Sii paziente: Evita accuratamente la pratica di cronometrare il mercato e cercare di piegarlo al tuo volere in modo da ottenere il massimo guadagno realizzabile. Non sai mai quando ti si presenteranno davanti quelle occasioni di un reale incremento delle tue finanze, occasioni che faresti bene a non lasciarti sfuggire e quando invece ciò su cui ponevamo una cieca fiducia si risolve invece in un bluff clamoroso. Se vuoi che i successi ti arridano devi imparare anche a pazientare, potresti anzi approfittarne per studiare meglio il mercato e cercare di prevedere quali siano le prossime mosse, ciò ti consentirà un vantaggio che potresti sfruttare a tuo favore.

Sii realista: Sarebbe bello se tutti gli investimenti fatti in qualunque campo e in ogni momento potessero tradursi interamente in guadagni, la realtà purtroppo è diversa. Quando ti prepari a investire devi tenere inevitabilmente conto che subirai delle perdite, è un fattore indipendente dalle tue volontà e da quanto tu sia bravo o no. La cosa che però dipende da te è certamente quello di quantificare il volume delle perdite, saperle centellinare e portarle al livello più basso possibile ti renderà un investitore migliore e soprattutto un uomo migliore che può contare su dei guadagni costanti su cui poter fare sempre affidamento. Non male dire, no?

Back To Top